VOTO DEGLI ITALIANI ALL'ESTERO 

I corregionali Campani residenti all’estero, come tutti i cittadini italiani residenti all’estero,  possono esercitare il loro diritto al voto secondo le disposizioni della Legge n. 459, 27 dicembre 2001, (Norme per l'esercizio del diritto di voto dei cittadini italiani residenti),  il relativo Regolamento di attuazione  e secondo il disposto normativo del Decreto Decreto Legge 15 Febbraio 2008, n.24 convertito nella Legge del 27 Febbraio 2008, n 30 per i cittadini italiani temporaneamente all'estero. Ora i nostri connazionali non dovranno più tornare in Italia per esercitare il loro diritto al voto.

Per gli italiani residenti all'estero sono state create 4 circoscrizioni:

America meridionale,  America settentrionale e centrale
Europa
Africa, Asia, Oceania e Antartide 1
Africa, Asia, Oceania e Antartide 2 

In ciascuna delle circoscrizioni è eletto un deputato e un senatore, mentre gli altri seggi sono distribuiti tra le stesse ripartizioni in proporzione al numero dei cittadini italiani che vi risiedono.

Nell’ elezioni politiche del 2006 per la prima volta nella storia della Repubblica, circa 4 milioni di italiani residenti all'estero hanno espresso le loro preferenze, attraverso il voto per corrispondenza.
Gli eletti nelle circoscrizioni estere sono stati 6  per il senato, e 12  alla camera. In queste elezioni gli eletti al senato sono stati fondamentali per il centro sinistra per poter governare, ed è da questo momento in poi che le forze politiche hanno incominciato a mostrare più interesse per i nostri connazionali all’estero.

Nelle elezioni politiche del 2008, gli italiane residenti all’estero hanno potuto esprimere le loro preferenze nel voto a differenza dei residenti in Italia, ciò e dovuto al fatto che il voto degli italiani all’estero e regolamentato dalla legge  Legge n. 459, 27 dicembre 2001 Gli eletti nelle circoscrizioni estere non hanno avuto un ruolo fondamentale vista la schiacciante vittoria da parte del centro destra.

Dal 2006 a oggi tutti i movimenti politici hanno iniziato a guardare con maggiore interesse i nostri connazionali all’estero, dando un impulso maggiore a tutte le istituzioni (come ad esempio i I Comites - Comitati degli Italiani residenti all’Estero) che lavorano in questo campo.

La speranza e che questo interesse non vada scemando, e che gli italiani all’estero riescano a far tenere vivo questo interesse. 



Commenti
Cerca
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."