Lettera di Scigliano (Hannover) al coordinatore Lobello.

Carissimo cav. Lobello,
è passato ormai molto tempo da quando abbiamo inviato la nostra lettera al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e fino ad oggi non abbiamo avuto nessun riscontro.

Parlare di democrazia e di libero scambio d’idee nella nostra Repubblica d’oggi, sembra essere assolutamente una cosa inverosimile. Siamo tornati indietro nel tempo, ancor prima della prima repubblica. Tutto è fatto in base ai numeri della maggioranza e le minoranze sono derise e tenute in scarsa considerazione. Anche nella maggioranza, chi non si adegua al volere del gran Capo, viene emarginato.

Vista alla luce di questa realtà, penso che la nostra lettera non è stata nemmeno letta. Noi così rischiamo di far cadere nel nulla anni di lavoro rivolto alle nuove generazioni. Penso che consegnare le liste, a questo punto, sia un nostro dovere e potrebbe essere l'occasione idonea affinché proprio loro, i nostri giovani, possano portare a Roma il loro stato d'animo che certamente è uguale al nostro.

Consegnare la lista significa dare loro la possibilità di andare a parlare. Sono pienamente convinto che bisogna continuare a far notare la nostra contrarietà alla finanziaria approvata dal Governo, come già noto, il 29 dicembre si terrà la riunione di fine anno a Berlino presso l'Ambasciata e questa potrebbe essere un'occasione per iniziare nuove forme di protesta.

Commenti
Cerca
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."