Relazioni economiche e scambi commerciali saranno al centro della seconda edizione del Forum internazionale “La Campania per la cooperazione nel Mediterraneo”, in programma giovedì 4 giugno a Napoli, presso la Stazione Marittima (Molo Angioino, Expo Centro Congressi).

Nel corso dell'evento promosso dal vice presidente della Regione Campania con delega ai Rapporti con i Paesi del Mediterraneo, Antonio Valiante, si terranno incontri d’affari B2B tra 70 operatori economici della Campania, selezionati dalla Regione con avviso pubblico di manifestazione di interesse, e 30 operatori provenienti da Egitto, Israele, Marocco, Tunisia e Turchia.

Gli operatori campani e dei cinque Paesi dell’area Med operano nell’agroindustria-agroalimentare, moda/cultura, ICT e innovazione (ricerca, ambiente, energia da fonti rinnovabili, aeronautica), vale a dire i settori che registrano i più rilevanti scambi commerciali tra la Campania e i Paesi-obiettivo.

Il Forum si colloca nell'ambito del “Programma Progetti Paese di partenariato Regione Campania e Paesi Terzi del Mediterraneo”, partito nei primi mesi del 2008 e curato dall’A.G.C. 08-Servizio Rapporti con i Paesi del Mediterraneo della Regione Campania e dall’Unità Operativa Regionale per il Mediterraneo (UORM) con il supporto dell’Istituto di Studi per lo Sviluppo Economico (ISVE).

Obiettivo del programma è il consolidamento e l’ampliamento della rete di relazioni istituzionali tra la Campania e i Paesi della riva sud del Mediterraneo per creare le condizioni favorevoli allo sviluppo di network partenariali fra gli attori pubblici e privati dello sviluppo socio-economico, culturale, scientifico, etc. dei territori coinvolti.

“Siamo - dichiara Antonio Valiante - alle battute finali di questa iniziativa-pilota con cui abbiamo sperimentato un modello di governance dei processi di cooperazione istituzionale e internazionalizzazione economica della Campania nel Bacino e che ci restituisce il network Campaniamed, strumento da utilizzare per il rafforzamento del processo di apertura internazionale del sistema Campania in quello che si va prefigurando come il più importante mercato mondiale: il Mediterraneo”.

Al Forum parteciperanno anche delegazioni istituzionali di Egitto, Israele, Marocco, Tunisia e Turchia, che saranno protagoniste degli incontri G2G (Government to Government) con le controparti campane. Scopo degli incontri è l’assunzione di impegni formali per il consolidamento del network Campaniamed anche attraverso la presentazione di progetti comuni sulle priorità tematiche per lo sviluppo sostenibile nel Bacino da candidare nell’ambito dei programmi di cooperazione per il Mediterraneo nel periodo di programmazione 2007-2013. “Il traguardo della formazione di una zona di libero scambio nel Mediterraneo nel 2010 tra Europa e Paesi della riva sud del Bacino – conclude il vice presidente Valiante - richiede di intensificare i rapporti delle istituzioni e del settore privato della Campania con l'intera area euro-mediterranea attraverso progetti di cooperazione e interscambio, a conferma della centralità commerciale, economica e culturale che la nostra regione e il Mezzogiorno d’Italia ricoprono nel Mediterraneo”.

Il Forum si aprirà alle ore 9.00 con il workshop “Opportunità di business nell’area Med: strumenti e risorse per le imprese”. Indirizzi di saluto di Antonio Valiante, del consigliere diplomatico del presidente della Regione Campania, Cosimo Risi, e del coordinatore dell'A.G.C 08/Rapporti con i Paesi del Mediterraneo della Regione Campania, Fernando De Angelis.

I lavori - coordinati dal responsabile dell’Unità Operativa Regionale per il Mediterraneo (UORM), Carmine Maraia - saranno aperti dal direttore generale dell'Istituto di Studi per lo Sviluppo Economico (ISVE), Felice Siciliano.

Interverranno Marco Riccardo Rusconi (Direzione Generale per l’Integrazione Europea, Ministero Affari Esteri), Stefano Formenti (Direzione Generale Cooperazione allo Sviluppo, Ministero Affari Esteri), Stefano Frattini (fund manager Finlombarda), Gian Carlo Bertoni (responsabile Dipartimento Promozione e Marketing di SIMEST) e Maurizio Accinni (BNL, BNP Paribas Group, Corporate Division International Development Office).

Venerdì 5 giugno le delegazioni dei Paesi esteri visiteranno tre poli di eccellenza del sistema economico regionale: CIS, Interporto Campano e CIRA.


Commenti
Cerca
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."