A portarla in scena la compagnia partenopea Gli Ignoti sabato 26 marzo ore 21,30
CASTROVILLARI - “Primafila” chiude il sipario e come ultimo appuntamento regala agli appassionati di teatro la celeberrima “Napoli Milionaria” dal genio di Eduardo. A portarla in scena al Teatro Sybaris di Castrovillari sabato 26 marzo alle 21,30 saranno gli attori della compagnia napoletana “Gli Ignoti” diretti da Marino Gennarelli. “Nel lento peregrinare nel teatro napoletano, questa volta incrociamo uno dei capolavori del teatro eduardiano – spiega il regista. Quest’opera è purtroppo una delle commedie, pur se scritta nel 1945, più attuale per tematiche e contenuti. Ancora oggi gli orrori della guerra, e le tragiche conseguenze del suo “passaggio”, come i drammi, le angosce, i dolori, le privazioni, che patiscono i personaggi di questa stupenda commedia, sono vissuti in varie parti del mondo. Sicuramente vi saranno un Gennaro Jovine o una donna Amalia, che stanno vivendo drammi come quelli narrati in quest’opera. La guerra, purtroppo, non ha patria né età. Napoli Milionaria narra delle vicissitudini di una famiglia napoletana, sconvolta ancor più che dei mali della guerra, dal tentativo spregiudicato di esorcizzarli arraggiandosi con i profitti del mercato nero. Tentativi che poi porteranno a prendere coscienza del proprio io e di provare vergogna del proprio essere. Una commedia drammatica, ma con i consueti risvolti umoristici e grotteschi che alla fine lascia spazio alla speranza con la celeberrima frase: “Adda passà ‘a nuttata”. Noi cercheremo di trasmettere il pensiero del Maestro, sperando di far riflettere e divertire, ma soprattutto, augurandoci un mondo di pace e di fratellanza”. Eduardo scrive Napoli milionaria! all’inizio del 1945 "tutta d’un fiato, come un lungo articolo di giornale sulla guerra e sulle sue deleterie conseguenze", dopo averne rimuginato a lungo l’idea. La prima rappresentazione al San Carlo, il 25 marzo 1945, ha un enorme successo: “Arrivai al terzo atto con sgomento. Recitavo e sentivo intorno a me un silenzio assoluto, terribile. Quando dissi la battuta finale… e scese il pesante velario, ci fu silenzio ancora per otto o dieci secondi, poi scoppiò un applauso furioso, e anche un pianto irrefrenabile. Tutti piangevano e anch’io piangevo, e piangeva Raffaele Viviani che era corso ad abbracciarmi. Io avevo detto il dolore di tutti”. Ci saluta così, con uno dei testi più importanti della drammaturgia italiana “Primafila”, rassegna di teatro, cabaret e musica, diretta da Benedetto Castriota e organizzata dall’associazione culturale Novecento, presieduta da Luisa Giannotti, con il patrocinio della Regione Calabria, della Provincia di Cosenza, del Parco Nazionale del Pollino e del Comune di Castrovillari. I biglietti sono prenotabili online sul sito www.sinfonybiglietteria.it oppure presso “Dany Music” in via Mazzini a Castrovillari.
DOMENICO DONATO
(UFFICIO STAMPA PRIMAFILA)

Commenti
Cerca
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."